Standard-compliant engineering from single line to maintenance

© The KonG - stock.adobe.com

Sicurezza anche per il futuro

Ingegneria conforme agli standard, dalla singola linea alla manutenzione

Sostenibilità in tempi più rapidi: è questa la sfida per il settore energetico. Il congresso di Parigi del CIGRE (Conferenza Internazionale sulle Grandi Reti Elettriche) del 2022 ha dimostrato che l'espansione della rete e la neutralità rispetto alle emissioni di CO2 sono al centro dell'attenzione di tutti i partecipanti. In questo senso, l'obiettivo è ben definito: la digitalizzazione deve progredire ulteriormente. "Ed è qui che entra in gioco Engineering Base", spiega Michaela Imbusch, Product Manager di AUCOTEC. "Con il nostro software, siamo il ponte tra ingegneria e tecnologia di controllo". Con Engineering Base (EB), infatti, è possibile coprire l'intero flusso di lavoro di progettazione delle sottostazioni, dall'idea iniziale, alla bozza, alla progettazione dettagliata e fino al supporto alla manutenzione durante il funzionamento.

Linea singola: una volta per tutte

Così, EB inizia già con lo schema a linea singola, un importante documento in cui vengono definiti i dispositivi della tecnologia primaria. Finora gli esperti di questa disciplina hanno sviluppato la grafica nei propri strumenti, fornendo poi un elenco di dispositivi, a volte anche un DWG, alla tecnologia secondaria. A quel punto era compito dei loro esperti costruire nuovamente lo schema a linea singola in EB, su cui veniva creato un modello intelligente dell'intero impianto grazie alla centratura dei dati. "Se anche la tecnologia primaria utilizzasse EB, si potrebbe evitare il doppio lavoro. Sono soprattutto i grandi clienti a richiederlo. Per la prima volta, la piattaforma lo rende possibile", spiega Michaela Imbusch. Ciò consente agli esperti della tecnologia secondaria di iniziare la pianificazione dettagliata molto più rapidamente e, soprattutto, senza soluzione di continuità, non appena viene definito il primo dispositivo, anziché al termine della pianificazione primaria. Il team di AUCOTEC ha dimostrato la vicinanza a questa disciplina in modo molto chiaro al Cigre: l'azienda si è infatti presentata, senza neppure la consueta parete divisoria, insieme a Entegra GmbH, con cui sta già collaborando per un accoppiamento tra EB e il sistema 3D Primtech.

Una comunicazione indipendente dai fornitori

Inoltre, il Substation Configuration Tool (SCT) integrato in EB garantisce l'implementazione coerente della norma IEC 61850 che richiede uno strumento di configurazione indipendente dal produttore basato sul Substation Configuration Language. Dall'input grafico della tecnologia primaria alla modellazione di nodi funzione astratti e oggetti dati, fino al collegamento del modello di impianto e dei componenti del sistema, l'SCT genera dati di configurazione indipendenti dal sistema di destinazione per i sistemi di guida della stazione in conformità alle norme vigenti. Inoltre, EB è in grado di generare, a partire dalla topologia, dai dispositivi elettronici intelligenti (IED) e dal piano di rete, un file SCD (Substation Configuration Description) conforme alle norme che riassuma tutte le informazioni sul modello a oggetti dell'impianto. "La norma IEC 61850, in particolare, è un tema caldo per i distributori di energia al momento. L'implementazione di questo standard da parte di EB ha già convinto numerose parti interessate", spiega la Product Manager. "Perché il software è già oggi in grado di costruire un modello completo in conformità con la norma IEC 61850". EB consente quindi una progettazione del sistema coerente con un'archiviazione dei preziosi dati adeguata alle esigenze future e in un formato conforme alla norma.

Aggiornamenti infiniti

Un altro aspetto importante è la capacità di EB di fungere da unica fonte di verità per tutti i partecipanti al progetto, riunendo i dati in un gemello completo dell'impianto e mantenendoli sempre aggiornati. Ciò consente a progettisti e operatori di gestire il volume di progetti in enorme aumento nel settore energetico. Tutte le discipline, comprese le tecnologie di protezione e controllo, hanno accesso al modello di dati; ogni aggiunta o modifica specifica è immediatamente visibile e modificabile per tutti. "L'aggiornamento costante avviene senza attese, adattamenti o trasferimenti manuali, e senza i relativi sforzi ed errori", spiega Imbusch. In quanto centro di tutte le conoscenze sugli impianti, EB è prezioso anche per la manutenzione. Grazie alla semplice possibilità di feedback sui dati di modifica di EB (ad esempio tramite dispositivo mobile e servizio web in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo), questo valore può essere mantenuto per tutta la durata di vita dell'impianto. 

Seguici sui Social