© Kaeser Kompressoren SE

Efficiente anche sotto pressione
Kaeser, lo specialista dell’aria compressa, utilizza il digital twin per risparmiare tempo e aumentare la qualità

Kaeser Kompressoren SE è uno dei fornitori di prodotti e servizi leader a livello mondiale nel settore dell’aria compressa. Fondata nel 1919, l’azienda a conduzione familiare oggi possiede due stabilimenti produttivi in Germania e impiega circa 5.500 collaboratori in tutto il mondo.

“Aria compressa intelligente”

Kaeser Kompressoren© Kaeser Kompressoren SE

In ambito industriale l’aria compressa è importante tanto quanto l’elettricità. Per aumentare ulteriormente l’affidabilità dei prodotti e l’efficienza nella pianificazione, Kaeser ha sviluppato una nuova strategia di digitalizzazione basata su Engineering Base (EB), il software basato sui dati di AUCOTEC. Attraverso compressori collegati in rete con controllo intelligente Kaeser garantisce ai propri clienti la cosiddetta “aria compressa intelligente”. Il gemello digitale consente il monitoraggio in tempo reale dei dati operativi, utilizzato non solo per l’analisi dei guasti e l’ottimizzazione degli intervalli di manutenzione, ma anche per il miglioramento continuo dell’offerta e della tecnologia.

Il cuore del “digital twin”

“EB è il cuore della nostra ’ingegneria intelligente’”, spiega il Project Manager Patrick Dietz di Kaeser. “È qui che nasce il digital twin del sistema ad aria compressa”. La sua progettazione, compresa la configurazione del controllo e la trasmissione dei dati, si basa sull’analisi della situazione del cliente e i relativi risultati, conservati in EB, rimangono accessibili per l’intero ciclo di vita del progetto.

Database integrativo

Tutti i dati di base (catalogo) e i documenti che si generano durante il ciclo di vita dell’impianto vengono raccolti ed elaborati in EB. Anche gli schemi P&ID o gli schemi di installazione. “EB è perfetto per integrare tutte le informazioni tecniche e le modifiche, comprese quelle dei sistemi collegati come il 3D o l’automazione”, afferma il Project Manager. “Per la prima volta, tutti, anche i soggetti esterni, hanno accesso in qualsiasi momento ai dati per loro rilevanti, che sono anche sempre aggiornati e altamente integrativi!” Il database di EB garantisce coerenza e completezza: le informazioni, inserite una sola volta, sono immediatamente riportate in ogni rappresentazione dell’oggetto modificato.

L’efficienza della predittività

Uno dei punti di forza di questa soluzione è la configurazione automatica di EB che permette la trasmissione dei dati dal sistema di controllo al predictive maintenance system (PdM). “Senza EB, non saremmo stati in grado di offrire lo stesso servizio di PdM”, spiega Falko Lameter, CIO di Kaeser. Per prima cosa il PdM riceve da EB una lista di tutti i possibili punti di misura. EB quindi “comunica” al sistema di controllo quali sono quelli rilevanti per il PdM e la frequenza e l’esattezza con cui i dati operativi devono essere trasmessi al PdM.

Visione

Kaeser sta continuando l’implementazione di EB insieme ad AUCOTEC. “L’elemento decisivo che ci ha fatto propendere per questo cambiamento è stata l’architettura unica di EB, basata su un database centrale. Senza questa soluzione non avremmo potuto trasformare in realtà la nostra visione” conclude Falko Lameter.

Seguici sui Social